La maledizione del Dybbuk

la maledizione del dybbuk

Podcast: Il Teatro delle Ombre, rubrica del Salotto del Terrore
di: Massimo Mayde

Mi sono spesso occupato di casi piuttosto sinistri, bizzarri, alcuni realmente inspiegabili, ma purtroppo, soprattutto mi sono imbattuto in falsi molto ben confezionati.
Studiando questi casi, mi sono reso conto che a volte esiste un comune denominatore che accende un campanello d’allarme, qualcosa che mi fa dubitare sin dal principio.
Qualcosa che come si suol dire “suona male” o che non funziona.

C’è un filo sottile che lega leggende metropolitane e verità, e spesso l’impossibilità di carpire i fatti reali è causato soprattutto dall’impossibilità di indagare su campo, al tempo delle vicende narrate o perché la situazione è semplicemente confusa.
In questa puntata vorrei portare la vostra attenzione su certi elementi che potrebbero esservi utili per capire come approcciare certe storie che in tempi del web 2.0 stanno letteralmente inondando la rete.
Ma andiamo per gradi, e iniziamo con la storia.
Prima però, è necessario fare una piccola premessa per spiegare che cos’è il Dibbuk.

Secondo la tradizione ebraica, il Dibbuk è uno spirito maligno a cui è stata negata l’ascesa allo Sheòl, ovvero il regno dei morti ebraico e che, per questo motivo, vaga sulla terra spostandosi nei corpi dei viventi, che essi siano umani o animali. Il termine Dibbuk significa “attaccato”, che esprime particolarmente bene il comportamento di questo spirito che non mira alla possessione come fanno normalmente i demoni, ma restando attaccato come un parassita.
Interessante notare che il Dibbuk pare formarsi dalla mancata sepoltura del defunto e che questo, almeno in origine, si credeva si attaccasse all’anima di un malato provocandone il peggioramento e quindi la morte. Altre correnti dell’ebraismo, vedono la creazione del Dibbuk dall’anima di un bambino mai nato, ovvero come risultato di un aborto. In questo caso il Dibbuk è uno spirito maligno alla ricerca di un corpo in cui abitare senza però trovare mai pace.

Leggi anche:   Ca de anime

Ascolta tutta la storia nel Podcast del Salotto del Terrore o guarda il video

[spreaker type=player resource=”episode_id=21009134″ width=”100%” height=”200px” theme=”light” playlist=”false” playlist-continuous=”false” autoplay=”false” live-autoplay=”false” chapters-image=”true” episode-image-position=”right” hide-logo=”false” hide-likes=”false” hide-comments=”false” hide-sharing=”false” hide-download=”true”]

Guarda la puntata su Youtube

Condividi se questo contenuto ti è piaciuto

Lascia un commento