wunderkammer vampiri
Misteri, Leggende e Macabro

Wunderkammer e Mirabilia

Tra il 1500 e il 1700 impazzava in Europa la moda dei Wunderkammer (gabinetti delle meraviglie), ovvero stanze adibite alla raccolta di tutte quelle curiosità del mondo naturale ancora sconosciuto, bizzarro e… d’effetto. Molti erano i falsi concepiti a regola d’arte, come corpi di sirene mummificati, mostri marini, animali impagliati risultato di innesti tra coyote e capre, frullati improponibili di pesci spada e marmotte… Chi aveva il pezzo più raro o più bizzarro vinceva tutto. Era una guerra, e i signorotti annoiati (per lo più nobili) si dilettavano stupendo i propri ospiti con cose mai viste. I wunderkammer ebbero un successo così ampio, che persino i Re ne avevano uno tutto per loro, tra cui l’imperatore Rodolfo II d’Asburgo che nel 1600 possedeva il Wunderkammer più grande d’Europa, ricco di oggetti naturali, oggetti magici e misteriosi. Tra questi, pezzo da novanta, era addirittura il manoscritto Voynich, vendutogli dal medico e alchimista Jacob da Tepenece (Jacobus Horcicki), tutt’oggi, mai decifrato. I wunderkammer insomma, nascondono meraviglie del mondo naturale e frodi colossali, ma dall’indubbio fascino, ed è con questi occhi che vanno osservati, con meraviglia e stupore.

Segui i nostri podcast nel Salotto del Terrore su spreaker.com

Seguimi su Instagram @massimo_mayde

Condividi se questo contenuto ti è piaciuto

Leggi anche:   Le lanterne dei morti

Scrittore, bibliofilo, pianista/chitarrista blues, “scienziato pazzo”. Indagatore del mistero e co-fondatore del Dharma Project, gruppo di ricerca nel campo del mistero e dell’inspiegabile. Podcaster, curatore e produttore del Salotto del Terrore su Spreaker e Youtube.