La città dei morti – Edimburgo

La città dei morti - Edimburgo

Sotto Edimburgo in Scozia c’è un’altra città che si snoda in gallerie nelle quali addentrarsi è molto pericoloso senza una buona guida. Non c’è solo da perdersi, ma anche da fare incontri piuttosto spiacevoli. E’ la città dei morti. Se decidete di entrare in questo labirinto fatto di volte e cunicoli stretti a Real Mary’s King Close sotto la Royal Mile a 25 metri sotto il livello strada, vi ritroverete immersi in un mondo gotico senza paragoni. Considerato uno dei luoghi più infestati del Regno Unito, la città dei morti era un tempo il rifugio dei reietti della società, della malavita della peggior specie e un covo nel quale nessuno sano di mente vi si sarebbe mai avventurato. Attualmente sono diversi i ghost hunters che hanno visitato le sue gallerie e non ne sono mai più usciti spavaldi come prima di varcarne la soglia. I morti sono gli abitanti e i sovrani di questa zona nascosta e disturbarli non è cosa buona. Un certo Jack (e ti pareva) vi lancerà addosso delle pietre e farà di tutto per allontanarvi da quello che fu il suo giaciglio prima che la città dei defunti reclamasse la sua anima. E questo è solo uno delle decine, forse centinaia di fantasmi che vagano senza pace al di sotto di Edimburgo. Tra cui, le anime di coloro che riposavano in pace al cimitero di Greyfriars, ma le cui spoglie mortali sono state trafugate dai ladri di cadaveri (citati da Stevenson nel romanzo The Body Snatcher, 1884). E tu, vuoi farti un giro?

Segui i nostri podcast nel Salotto del Terrore su spreaker.com

Leggi anche:   Gli Utburd - i bambini "esposti"

Seguimi su Instagram @massimo_mayde

Condividi se questo contenuto ti è piaciuto