Il parco giochi fantasma in Alabama

/ Settembre 28, 2018/ Misteri, Leggende e Macabro

In Alabama c’è un parco giochi molto particolare. Ma le mamme non portano qui i bambini a divertirsi perché qui i giochi sono sempre occupati da altri assidui frequentatori, ad ogni ora del giorno, ma soprattutto della notte. Da bambini, certo, ma gli infanti in questione sono tutti defunti. Accanto al Dead Children’s Playground (così si chiama oggi il parco) sorge il cimitero più antico della città, il Maple Hill Cemetery che si trova lì dal 1822. Il parco giochi, oggi considerato monumento ai bambini deceduti durante l’epidemia di tubercolosi dei primi del ‘900, è al centro di una forte attività sovrannaturale. Quando comincia la notte, quella più densa e oscura delle 3 sino alle 7 del mattino, il parco si anima e i giochi iniziano a muoversi in modo sinistro. Si sono osservati cerchi di luce, fenomeni cinetici, schiamazzi di bambini invisibili e qualcosa urtare la gente che ha avuto il coraggio di avventurarsi lì durante le ore di massima attività.

Ma questo non è un caso isolato. Nel mondo, sembrano esserci altri parchi di divertimento che, come questo, risultano frequentati per lo più dai morti che dai vivi. Ultimamente poi, gira un filmato pubblicato su Youtube da un certo Scotty Denton, che riprende un’altalena blu muoversi da sola, mentre tutte le altre rimangono immobili. Si parla subito di paranormale, ma in realtà, in questo caso, l’altalena si muove per un motivo spiegabilissimo: è l’unica strutturata in modo tale da porre resistenza al vento, mentre tutte le altre no a causa dei fori presenti per infilare le gambe dei bambini. Quello che vediamo in questo video, insomma, è il classico “effetto vela”, lo stesso che appunto, gonfia le vele delle navi ponendo resistenza la vento che di riflesso spinge in avanti.

Leggi anche:   Jack the ripper, lo squartatore di Londra

Di parchi giochi fantasma ne troviamo tantissimi in svariati luoghi del mondo. Ne abbiamo diversi anche qui in Italia, uno dei quali è Greenland, localizzato nel comune di Limbiate a Milano. Questo fu uno dei primi parco giochi aperti in Italia alla metà degli anni sessanta, che iniziò con un semplice trenino che girava attorno ad un laghetto. Nel tempo, la struttura crebbe e si aggiunsero nuove attrazioni e ristoranti. Greenland conobbe il suo picco di massimo splendore nella Milano da bere degli anni 80, ma successivamente, conobbe il declino verso gli anni duemila, quando fu posto sotto sequestro dalla magistratura nel 2002 e chiuso definitivamente nel 2008. Oggi il parco giochi è abbandonato, e somiglia molto al più famoso Consonno in provincia di Lecco. A Greenland e a Consonno, c’è chi giura che durante le visite notturne, oscure presenze sembrano osservare il via vai degli esploratori urbani. A Consonno era inoltre presente anche un ospedale, tanto per star sereni.

Ma per quale ragione le presenze, anziché rimanere attaccate ai luoghi in cui hanno vissuto, preferiscono infestare queste zone abbandonate e città fantasma? Come al solito, le teorie parlano di suggestione, ma occorre precisare che spesso questi luoghi abbandonati sono meta di coloro che praticano riti di magia nera o semplici ragazzi in cerca di facili brividi, che noncuranti dei rischi, si dilettano in pratiche esoteriche di cui non hanno il minimo controllo. Demonologi ed esorcisti affermano che tali pratiche sarebbero in grado di aprire dei veri e propri portali con altri mondi, permettendo alle entità di penetrare nel nostro mondo e di rimanere legate al luogo.

Leggi anche:   Circle K e la strana scomparsa di Emma Stevenson

Ma a volte le cose vanno molto peggio e le entità si legano alle persone, tormentando la loro esistenza. Che siano fenomeni reali o meno, suggestione o quant’altro, le esperienze di coloro che si avventurano in questi luoghi abbandonati, spesso, non risultano ottimali per la sanità mentale.

E tu, ci passeresti la notte in uno di questi parchi?

Segui i nostri podcast nel Salotto del Terrore su spreaker.com

Seguimi su Instagram @massimo_mayde

Condividi se questo contenuto ti è piaciuto

Share this Post