women-salvation-army

Nel 1892 la Nation Army di Hanbury street era scesa in campo per tamponare la situazione delle migliaia di donne disperate dell’Est End di Londra dopo i delitti di Jack the Ripper. La società stava cambiando e lo squartatore aveva avuto il suo ruolo anche in questo. Non era più possibile voltarsi dall’altra parte e far finta che non esistesse il problema. Le donne poi erano la parte più debole della costola più indigente della società londinese. Spesso un divorzio o la morte del marito non lasciava scampo e le malcapitate si ritrovavano a dover sopravvivere con la prostituzione. Pochi spiccioli per un letto schifoso intriso spesso di odori nauseanti e lasciti organici di chi vi aveva dormito la sera prima. Una vita miserabile che non possiamo nemmeno immaginare. Come detto prima, Jack aveva “a modo suo” portato il problema in superficie. Già, risolvere la cosa, ma da buoni inglesi. Keep calm and carry on, come avrebbero mostrato le locandine che nella seconda guerra mondiale ricordavano a tutti “siamo inglesi, anche se ci bombardano, restiamo calmi e andiamo avanti”. L’efficiente Nation army di Hanbury street tirò su grandi capannoni nei quali stipare migliaia di poveri miserabili al fine di dare riparo, ma non possiamo stupirci se scritto sui muri in alto avremmo visto la scritta “Are you ready to die”, e allo stesso modo non possiamo stupirci se per “certe” anziane o donne malate, i letti che le avrebbe accolte per la notte erano casse di legno nelle quali potevano dormire, si certo, ma se andava bene. Si, perchè se non avessero passato la notte, quei deliziosi lettini di legno venivano chiusi con delle assi trasformandosi in bare. E ora pensate di stendervi ancora vivi ma molto malati in una cassa di legno con l’idea che quel letto potrebbe essere quello che accoglierà il vostro sonno eterno… mmm deliziosamente macabro e british.

Segui i nostri podcast nel Salotto del Terrore su spreaker.com

Seguimi su Instagram @massimo_mayde

Related Post